PLATELET RICH PLASMA

PRP

Il trattamento PRP (Platelet-Rich Plasma), è basato sul plasma arricchito di piastrine. Si tratta di un’innovativa tecnica di medicina rigenerativa, che tisfrutta i fattori della crescita.
Il PRP agisce naturalmente sui tessuti molli e sullo sviluppo dell’osso, migliorando la risposta e la conseguente rigenerazione di cute, sottocute, e dei tessuti miofasciali.
L’azione del PRP ci aiuta al avere una pelle più giovane e capelli più sani e trattamenti specifici per cicatrici! In che modo?
Viene iniettato il plasma nella zona da trattare, per accelerarne la proliferazione cellulare, una rigenerazione unica.

I fattori di crescita PRP (Platelet Rich Plasma: Plasma Arricchito di Piastrine), o gel piastrinico, rappresentano oggi una valida terapia per la rigenerazione dei tessuti che sfrutta le proprietà del nostro stesso sangue.
Un processo indolore di re-iniezione di cc di plasma, ricco di piastrine, rappresenta un miglioramento per la prevenzione e cura dell’invecchiamento cutaneo ma anche per diversi disturbi e inestetismi come: alopecia androgenetica, areata e cicatriziale con diradamento del capelli e cicatrici post acneiche.
Grazie a questa sferzata di vita, si favoriscono i processi rigenerativi e la rivascolarizzazione della pelle e del cuoio capelluto, senza che sia presente alcun effetto indesiderato.

Come funziona

Il processo avviene mediante la centrifugazione del sangue del paziente stesso, e questa procedura consente di ottenere la separazione dei 3 strati di cellule, dal più denso a quello più povero di piastrine.
il metodo è semplice, basta un prelievo di alcuni cc di sangue venoso dal soggetto che verrà trasferito in provette sterili e le provette verranno inserite in una centrifuga.
Alla fine del ciclo di centrifugazione delle provette sarà evidente la divisione del sangue in 3 fasi: sedimenti di globuli rossi in fondo, poi il Buffy Coat nella parte centrale, la parte più ricca di piastrine e globuli bianchi, e nella parte superiore il PPP ovvero il plasma povero di piastrine.
il PRP potrà essere trasferito con kit specifico nella zona da trattare.

Come fa il trattamento PRP non avere effetti collaterali?

Il plasma arricchito deriva direttamente dall’organismo del paziente trattato: è una sostanza naturale. Dal nostro stesso organismo, ad oggi è possibile ottenere un PRP con una concentrazione di fattori di crescita piastrinici pari al 383%.

 

CHIRURGIA NON INVASIVA – BIOPLASMA

L’emissione di energia al plasma pulsata ad una particolare frequenza (oltre i 150 Khz), genera plasma sotto forma di forte bagliore senza produrre elettricità. Il dispositivo elettromedicale possiede caratteristiche uniche per l’applicazione in interventi di soft surgery specie in dermatologia. Agisce sui tessuti per vaporizzazione.

 Grazie alla produzione di energia al plasma, il tessuto viene vaporizzato. Le peculiarità di questo dispositivo sono molto importanti in quanto rivoluzionano il modo di intervenire in elettrochirurgia.

Non occorre anestesia, per una tecnica al bioplasma non invasiva che lavora senza toccare la pelle, a sfioramento, vaporizzandola.

Si utilizza per trattamenti in soft surgery di blefaroplastica non chirurgica, xantelasmi,  inestetismi vari, rimozione tatuaggi, cheratosi seborroiche, cisti sebacee, smagliature bianche, angiomi rubino, cheloidi, verruche, codice a barre, fibromi, nevi, discromie, macchie e cloasma, fibromi cutanei, rughe preorbitali, acne attiva e post cicatriziale, trattamenti di resurfacing e microlifting.